Claudio Cargiolli è un artista di Carrara, laureatosi presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara.

La prima personale risale al 1971, allestita presso l’allora Galleria “Fillungo” di Lucca, e dalla seconda metà degli anni 80 inizia a collaborare con la Galleria “Forni” di Bologna. Da segnalare, fra le numerose mostre personali e partecipazioni collettive, le esposizioni antologiche avvenute presso Palazzo Ducale di Massa e Palazzo Ducale di Urbino.

Guardare un’opera di Cargiolli ha carattere esperienziale: significa aprire la finestra della mente e dare libero spazio a una realtà irreale, giocosa; a un mondo di favole racchiuso in uno spazio senza confini nel quale luminosità e bidimensionalità convivono.

Sulla scia del surrealismo, la fantasia dell’artista mischia sezioni di case, alberi decorati che fuoriescono da armadi segreti, animali fantastici, levrieri, sfere sospese, uccelli di carta, colombi e tappezzerie pregiate.

La natura si fonde con un brioso e divertente simbolismo onirico che dialoga intimamente con i sentimenti dell’artista.