Visualizzazione di 1-12 di 16 risultati

130,00

La grafica è composta da serigrafia polimaterica e fine art giclée con retouche d’autore che impreziosiscono l’opera e conferiscono carattere di unicità.

La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa di tipo permeografico che utilizza oggi come matrice un tessuto di poliestere teso su un riquadro in legno o metallo definito come quadro serigrafico o telaio serigrafico.

Per stampa Fine Art Giclée, invece, s’intende una stampa a getto d’inchiostro (solvente e a polvere) effettuata con tecniche sofisticate ed è ritenuta la tipologia di multiplo d’autore migliore per rendere le opere d’arte di carattere digitale in quanto riproduce tutta la gamma tonale.

Il soggetto rappresentato è in linea con la produzione di maggior successo di Moramarco, ovvero quella in cui vengono ritratti gli eroi della DC Comics nella vita quotidiana: in questo caso viene rappresentato il Joker interpretato da Heath Ledger nel film “Il Cavaliere Oscuro” apparentemente stanco e disilluso, con alle spalle una ruota panoramica che ricorda quella del film di Fellini “Amarcord”.

Amarcord è un’univerbazione della frase in lingua romagnola “a m’arcord”, cioè “io mi ricordo” ed è entrata nell’immaginario collettivo diventando un neologismo della lingua italiana, con il significato di rievocazione in chiave nostalgica; significato che si sposa bene con lo stato d’animo espresso dal Joker raffigurato.

La grafica riporta sul retro la numerazione dell’esemplare di serie (6/150) e la firma autografa dell’artista che avvalora l’autenticità dell’acquisto.

 

1.400,00

Nelle sue opere, l’artista fa muovere, nella quotidianità e nella città di Torino, gli stessi personaggi che abitano la metropoli fantastica della DC Comics: Batman, Catwoman, il Joker.

«Trovavo intrigante inserire nella città in cui sono nato gli eroi dei fumetti che leggevo da ragazzino», spiega Moramarco.

In questo caso Batman viene rappresentato come un custode in un museo intento a leggere il giornale, con alle spalle una rappresentazione, in tipico stile pop art, di Wonder Woman.

Il quadro è caratterizzato da un lavoro di grafica e collage che rende il soggetto tridimensionale ed è arricchito da un retouche originale dell’autore, il tutto racchiuso all’interno di una cornice con vetro “invisibile”.

Il vetro “invisibile”, così chiamato perché non si vede, è un vetro che grazie a un trattamento “Magnetronico” su entrambi i lati, elimina i riflessi che passano dal 8% del vetro normale a meno del 0,5%, mantenendo così la nitidezza totale dell’immagine, il perfetto contrasto chiaro scuro e l’ideale risalto dei colori.

208,00

La grafica è composta da serigrafia polimaterica e fine art giclée con retouche d’autore che impreziosiscono l’opera e conferiscono carattere di unicità.

La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa di tipo permeografico che utilizza oggi come matrice un tessuto di poliestere teso su un riquadro in legno o metallo definito come quadro serigrafico o telaio serigrafico.

Per stampa Fine Art Giclée, invece, s’intende una stampa a getto d’inchiostro (solvente e a polvere) effettuata con tecniche sofisticate ed è ritenuta la tipologia di multiplo d’autore migliore per rendere le opere d’arte di carattere digitale in quanto riproduce tutta la gamma tonale.

La scena rappresenta il Joker interpretato da Heath Ledger nel film “Il cavaliere oscuro” del 2008 all’esterno di un bar che ricorda l’opera di Edward Hopper “Nighthawks” del 1952, conservata all’ Art Institute of Chicago.

Presente sempre il segno che contraddistingue la produzione di Moramarco, soprattutto quella degli ultimi tempi: il fenicottero, simbolo di libertà e di fortuna.

La grafica riporta in calce la numerazione dell’esemplare di serie (4/150) e la firma autografa dell’artista che avvalora l’autenticità dell’acquisto.

 

610,00

Questo Fine Art Giclée rappresenta il Joker nella versione “Il Cavaliere Oscuro”, interpretato da Heath Ledger, inserito all’interno della Cattedrale di Saint Etienne a Auxerre in Borgogna (da qui il nome dell’opera), ben riconoscibile dalle caratteristiche finestre di vetro colorato poste sullo sfondo.

Per stampa Fine Art Giclée s’intende una stampa a getto d’inchiostro (solvente e a polvere) effettuata con tecniche sofisticate ed è ritenuta la tipologia di multiplo d’autore migliore per rendere le opere d’arte di carattere digitale in quanto riproduce tutta la gamma tonale.

E’ elemento di autenticità il ritocco finale dell’artista che, in questo caso, consiste nell’aver integrato la superficie del quadro con ulteriori strati di stampa, sovrapposti all’originale, per dare alla scena ancora più profondità.

La grafica riporta in calce la numerazione dell’esemplare di serie (XXXVII/L)  in numeri romani (fa parte di una particolare serie di ‘prova’ , realizzata a completamento della serie ufficiale) e la firma autografa dell’artista che avvalora l’autenticità dell’acquisto.

208,00

La grafica è composta da serigrafia polimaterica e fine art giclée con retouche d’autore che impreziosiscono l’opera e conferiscono carattere di unicità.

La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa di tipo permeografico che utilizza oggi come matrice un tessuto di poliestere teso su un riquadro in legno o metallo definito come quadro serigrafico o telaio serigrafico.

Per stampa Fine Art Giclée, invece, s’intende una stampa a getto d’inchiostro (solvente e a polvere) effettuata con tecniche sofisticate ed è ritenuta la tipologia di multiplo d’autore migliore per rendere le opere d’arte di carattere digitale in quanto riproduce tutta la gamma tonale.

La scena rappresenta due uomini, uno che ricorda Marlon Brando nel film “Il Padrino” e l’altro, più giovane, pare ispirarsi ad Al Pacino nel sequel “Il Padrino II”; affianco a loro due donne, una delle quali rappresenta Catwoman e si trova vicino a Marlon Brando.

La vera protagonista della rappresentazione è però l’opera al centro, ovvero Ettore e Andromaca di Giorgio de Chirico che da anche il nome alla grafica.

Ettore e Andromaca rappresenta una scena dell’Iliade reinterpretata in una visione del tutto metafisica e priva di riferimenti realistici.

Nonostante l’autore in Ettore e Andromaca non rappresenti delle figure realistiche bensì due manichini del tutto fantasiosi e privi di volto e di braccia, racconta e interpreta l’ultimo abbraccio tra Ettore e Andromaca prima che l’eroe troiano affronti il greco Achille in battaglia.

Dalla scena traspare la piena coscienza degli innamorati che quello rappresenta l’ultimo abbraccio prima di una cruenta e inesorabile morte.

La grafica riporta in calce la numerazione dell’esemplare di serie (88/150) e la firma autografa dell’artista che avvalora l’autenticità dell’acquisto.

 

130,00

La grafica è composta da serigrafia polimaterica e fine art giclée con retouche d’autore che impreziosiscono l’opera e conferiscono carattere di unicità.

La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa di tipo permeografico che utilizza oggi come matrice un tessuto di poliestere teso su un riquadro in legno o metallo definito come quadro serigrafico o telaio serigrafico.

Per stampa Fine Art Giclée, invece, s’intende una stampa a getto d’inchiostro (solvente e a polvere) effettuata con tecniche sofisticate ed è ritenuta la tipologia di multiplo d’autore migliore per rendere le opere d’arte di carattere digitale in quanto riproduce tutta la gamma tonale.

Il soggetto rappresentato è una dama dalla lunga veste, che cammina in un salone dove viene sorpresa da un fenicottero, animale emblema dell’ultima produzione di Moramarco, il “flamenco” dal colore rosa, divenuto un simbolo del richiamo all’amore, non solo inteso come rapporto di coppia ma, in maniera più estesa, all’empatia e all’amore per il prossimo e, in primis, per se stessi.

Difronte troviamo la rappresentazione della testa di Poseidone di Lambert Sigisbert Adam del 1725.

La grafica riporta sul retro la numerazione dell’esemplare di serie (6/150) e la firma autografa dell’artista che avvalora l’autenticità dell’acquisto.

 

TRATTATIVA PRIVATA, CONTATTARE LA GALLERIA

Nelle sue opere, l’artista fa muovere, nella quotidianità e in città, gli stessi personaggi che abitano la metropoli fantastica della DC Comics: Batman, Catwoman, il Joker…

In questo caso, in esclusiva per la nostra galleria, viene rappresentata Harley Quinn che cammina, irriverente e pericolosa, per le vie di Pigalle, zona trendy di Parigi, famosa per il quartiere a luci rosse caratterizzato da neon ed eclettica movida notturna, dal cabaret del XIX secolo del Moulin Rouge a raffinati cocktail bar.

I vicoli a sud del Boulevard de Clichy, ricordano particolarmente le strade strette e articolate del centro storico di Lucca.

Il quadro è caratterizzato da un lavoro di grafica e collage che rende il soggetto tridimensionale ed è arricchito da un retouche originale dell’autore, il tutto racchiuso all’interno di una cornice con vetro “invisibile”.

Il vetro “invisibile”, così chiamato perché non si vede, è un vetro che grazie a un trattamento “Magnetronico” su entrambi i lati, elimina i riflessi che passano dal 8% del vetro normale a meno del 0,5%, mantenendo così la nitidezza totale dell’immagine, il perfetto contrasto chiaro scuro e l’ideale risalto dei colori.

520,00

Nelle sue opere, l’artista fa muovere, nella quotidianità e in città, gli stessi personaggi che abitano la metropoli fantastica della DC Comics: Batman, Catwoman, il Joker…

In questo caso viene rappresentato Joker nella versione interpretata da Jack Nicholson nel film “Batman” del 1989, in piedi in un salone e affiancato da un cane, o meglio una volpe vestita in maniera elegante, come un re…

Il quadro è caratterizzato da un lavoro di grafica e collage che rende il soggetto tridimensionale ed è arricchito da un retouche originale dell’autore, il tutto racchiuso all’interno di una cornice con vetro “invisibile”.

Il vetro “invisibile”, così chiamato perché non si vede, è un vetro che grazie a un trattamento “Magnetronico” su entrambi i lati, elimina i riflessi che passano dal 8% del vetro normale a meno del 0,5%, mantenendo così la nitidezza totale dell’immagine, il perfetto contrasto chiaro scuro e l’ideale risalto dei colori.

1.750,00

Nelle sue opere, l’artista fa muovere, nella quotidianità e nella città di Torino, gli stessi personaggi che abitano la metropoli fantastica della DC Comics: Batman, Catwoman, il Joker.

«Trovavo intrigante inserire nella città in cui sono nato gli eroi dei fumetti che leggevo da ragazzino», spiega Moramarco.

In questo caso Joker viene rappresentato in un museo seduto su una lattina della ben nota Campbell Tomato Soup, emblema della Pop Art di Andy Warhol.

Il quadro è caratterizzato da un lavoro di grafica e collage che rende il soggetto tridimensionale ed è arricchito da un retouche originale dell’autore, il tutto racchiuso all’interno di una cornice con vetro “invisibile”.

Il vetro “invisibile”, così chiamato perché non si vede, è un vetro che grazie a un trattamento “Magnetronico” su entrambi i lati, elimina i riflessi che passano dal 8% del vetro normale a meno del 0,5%, mantenendo così la nitidezza totale dell’immagine, il perfetto contrasto chiaro scuro e l’ideale risalto dei colori.

730,00

Viene qui rappresentato Joker nella versione “Il Cavaliere Oscuro”, interpretato da Heath Ledger che indossa una maglietta raffigurante Marilyn Monroe ammiccante, intenta a creare un palloncino con una gomma da masticare e seduto su un barattolo di Campbell Soup, omaggio, come dice il titolo a “Campbell’s Soup Cans”, opera d’arte realizzata nel 1962 da Andy Warhol.

Il multiplo è impreziosito da un collage in rilievo e da un ritocco d’autore dato da parti realizzate in simil-velluto sulla superficie.

La grafica  riporta in calce la numerazione dell’esemplare di serie (59/99) e la firma autografa dell’artista che avvalora l’autenticità dell’acquisto.

1.900,00

Nelle sue opere, l’artista fa muovere, nella quotidianità e nella città di Torino, gli stessi personaggi che abitano la metropoli fantastica della DC Comics: Batman, Catwoman, il Joker.

«Trovavo intrigante inserire nella città in cui sono nato gli eroi dei fumetti che leggevo da ragazzino», spiega Moramarco.

In questo caso Harley Quinn, ritratta nell’interpretazione di Margot Robbie in “Suicide Squad”, cammina con una mazza da baseball portata dietro le spalle al centro di in un salone con dietro una composizione con Lego che ricorda un’opera di Piet Mondrian, a cui l’autore rende omaggio.

Il quadro è caratterizzato da un lavoro di grafica e collage che rende il soggetto tridimensionale ed è arricchito da un retouche originale dell’autore, il tutto racchiuso all’interno di una cornice con vetro “invisibile”.

Il vetro “invisibile”, così chiamato perché non si vede, è un vetro che grazie a un trattamento “Magnetronico” su entrambi i lati, elimina i riflessi che passano dal 8% del vetro normale a meno del 0,5%, mantenendo così la nitidezza totale dell’immagine, il perfetto contrasto chiaro scuro e l’ideale risalto dei colori.

520,00

Nelle sue opere, l’artista fa muovere, nella quotidianità e in città, gli stessi personaggi che abitano la metropoli fantastica della DC Comics: Batman, Catwoman, il Joker…

In questo caso viene rappresentata Catwoman, intenta a farsi  un bagno nella vasca, senza mai separarsi dalla propria maschera e rilassandosi con una sigaretta e una birra gelata; sulle piastrelle, l’inconfondibile ombra del gatto…

Il quadro è caratterizzato da un lavoro di grafica e collage che rende il soggetto tridimensionale ed è arricchito da un retouche originale dell’autore, il tutto racchiuso all’interno di una cornice con vetro “invisibile”.

Il vetro “invisibile”, così chiamato perché non si vede, è un vetro che grazie a un trattamento “Magnetronico” su entrambi i lati, elimina i riflessi che passano dal 8% del vetro normale a meno del 0,5%, mantenendo così la nitidezza totale dell’immagine, il perfetto contrasto chiaro scuro e l’ideale risalto dei colori.