Visualizzazione del risultato

1.110,00

In questa litografia dell’omonimo originale è percettibile l’interesse che da sempre contraddistingue Salvatore Sardisco per i turbinii del mistero, gli spiraliformi caratteri dello spirito, le energie che si liberano intorno a tutte le creature.

“Crepuscolo della vita” è un’opera del 1978 e si colloca nel mezzo a due crisi depressive vissute dall’artista; viene rappresentato qui un vecchio, con il volto mutuato da un disegno anatomico di Leonardo Da Vinci, che diventa paradigma di esperienza e personificazione della maturità.

La figura si colloca all’interno dell’Universo, accovacciato nell’Universo e presenta, rispetto al volto,  un corpo sano e giovanile intento  ad accarezzare un fiore, non a coglierlo, a indicare il rispetto nei confronti di ogni forma di vita vivente.

La figura entra in sintonia con lo stesso Universo attraverso la luce blu notte che lo accoglie e lo illumina nelle insenature muscolari, così come il rosso su cui siede che va infrangersi insieme al bianco della luce che lo avvolge, quasi ad indicare che in ognuno di noi esiste una parte di divinità.

La litografia, corredata da cornice artigianale, è un pezzo unico in esclusiva per la galleria (il primo di una serie di 100), firmata, timbrata, con dedica sul retro manoscritta dall’autore che rende ancora più preziosa l’opera.