Visualizzazione del risultato

770,00

Roberto Brunetti è un artista di grande talento e sensibilità, che indaga l’animo umano scegliendo la strada di una ricerca materica, spesso extrapittorica, che arriva ad attivare un contrasto fenomenico traducibile in una riflessione.

“La maternità”, opera anch’essa appartenente alla prima fase produttiva dell’autore in cui si firmava con lo pseudonimo “Robert Brown”, raffigura, rivisitando l’illusione ottica del vaso di Rubin (appartenente a una famosa serie di ambigue figure bidimensionali sviluppate intorno al 1915 dallo psicologo danese Edgar Rubin), una madre e un figlio, ritratti di profilo: il piccolo ha la bocca aperta, come se stesse parlando e la mamma è caratterizzata da uno sguardo dolce e di premura verso il bambino.

I tratti somatici della madre non sono prettamente femminili: nello scorcio in cui viene ripresa la scena, dove a essere impressi sono gli occhi, il naso e la bocca, il soggetto potrebbe essere anche maschile, infatti il titolo dell’opera fa riferimento a uno status, in un chiaro intento liberale.

La tecnica  adoperata in questo caso è il legno scolpito, che crea un magnifico gioco di ombre e dona movimento all’insieme.